Sei in home »  News

Foggia, il Comune presenta la 'Social Caritas' per le famiglie più bisognose

Un contributo economico per le famiglie più bisognose, per quelle che non ce la fanno a pagare le bollette o un farmaco particolarmente costoso. Nasce con questo obiettivo la 'Social Caritas', così ribattezzata dall'assessore comunale alle Politiche Sociali, Claudio Sottile, dopo aver visto una vignetta di Pillini sulla Gazzetta del Mezzogiorno relativa alla Social Card varata dal Governo Nazionale.

Ad individuare i nuclei familiari più indigenti e a destinare le quote del provvedimento non sarà l'Amministrazione Comunale, ma la Caritas Diocesana di Foggia-Bovino. In base alla convenzione presentata questa mattina, infatti, Comune e Caritas rafforzano la 'rete' di interventi nella lotta alle povertà attraverso il rinnovo di quanto già sperimentato nel 2006. E se tre anni fa i fondi stanziati furono 30mila euro, per questa 'Social Caritas' il contributo sarà di 40mila euro, soldi derivanti dai Piani Sociali di Zona.

In pratica, saranno destinati 250 euro per 150 famiglie, vale a dire l'equivalente di 6 mesi di Social Card” ha spiegato l'assessore Sottile. “Bisogna alzare il livello di attenzione visto che siamo in tempo di crisi, una crisi che investe tutti, specialmente i più poveri, i precari, i disoccupati. Nel 2008 – prosegue l'assessore – abbiamo registrato un incremento del 30% di persone che si sono rivolte ai nostri assistenti sociali per ottenere un contributo economico. Hanno bisogno di pagare le bollette, di acquistare vestiti, cibo, medicinali. Le richieste d'aiuto sono state circa 250 e chiaramente il fabbisogno reale di domande non sarà interamente soddisfatto, ma in un momento così delicato abbiamo pensato di offrire il nostro piccolo contributo. Sappiamo che è un tampone, un palliativo ma attualmente è il massimo che possiamo fare”.

Inoltre, sempre nel 2008, il Comune di Foggia ha destinato 70mila euro per la gestione ordinaria del Conventino, la struttura gestita dalla Caritas che quotidianamente distribuisce pasti e garantisce assistenza a senza tetto ed immigrati. Per promuovere questa iniziativa, dunque, l'assessore Sottile ha affidato l'incarico alla Caritas poiché è “in prima linea nella lotta al disagio sociale. La scelta delle famiglie più bisognose avverrà attraverso i centri d'ascolto delle Caritas distribuiti nelle varie parrocchie della città, conoscono le singole realtà e possono intervenire più efficacemente. E in questi luoghi – ha concluso Sottile - ci si confida con maggiore serenità rispetto ai centri istituzionali, spesso presi di mira da chi non ne ha poi realmente bisogno”.






Link: www.comune.foggia.it